Citigroup (C)

La storia della società

Citigroup è uno degli istituti bancari Big Four, definiti dal Governo degli Stati Uniti “troppo grandi per fallire”. Si tratta di una corporation di servizi finanziari fondata nel 1998 da una fusione tra l’istituto bancario Citicorp e Travelers Group, un conglomerato finanziario. Citigroup opera 200 milioni di conti in 140 paesi, con circa 16.000 uffici nel mondo. Le radici della società risalgono alla City Bank di New York, privatizzata dallo Stato di New York nel 1812. Dal 1895 la National City Bank di New York (come è stata rinominata) rappresentava la principale banca statunitense, e a partire dal 1929 si trattava della più grande banca commerciale al mondo. La società ha aperto la strada ad un numero di servizi bancari, come l’interesse composto sui conti risparmio, i conti correnti individuali e i prestiti personali non garantiti. Nel 1998 Citicorp si è fusa con Travelers Group per dare vita a Citigroup. Ad oggi rimane una delle fusioni più grandi nella storia degli Stati Uniti. Citigroup ha subito ingenti perdite con la crisi dei mutui subprime del 2008, ma dato che la banca era ritenuta troppo grande per fallire, il Governo degli Stati Uniti ha offerto un pacchetto di salvataggio che equivale al 36% del valore del pacchetto azionario, allontanando così Citigroup dalla bancarotta. Citigroup ha ripagato l’intera somma al governo nel 2010, mentre il Governo statunitense ha tratto profitti dalla vendita del proprio pacchetto azionario. Fare trading con Citigroup: informazioni importanti da conoscere

  • Il rapporto annuale e i rapporti trimestrale sui profitti di Citigroup possono fornire informazioni sulla performance futura della società. La società è stata colpita duramente nel 2008 dalla crisi finanziaria globale, e sebbene abbia restituito l’intero importo del pacchetto di aiuti federale, la Federal Reserve ha dichiarato che nel 2012 l’istituto non ha superato gli stress test, che valutano se la banca ha sufficiente capitale per sopravvivere ad uno scenario simile alla crisi del 2008. I risultati negativi degli stress test avranno un impatto diretto sui prezzi delle azioni.
  • Gli aiuti da parte del governo hanno portato le azioni a crollare rapidamente e ad associare il marchio Citigroup con un’immagine negativa. Il titolo rimane tuttora sottovalutato, il che significa che questo è un buon momento per acquistare, dal momento che gli esperti prevedono una continua ripresa della società.
  • Si prevede che i tassi di interesse aumenteranno dopo diversi anni di tassi bassi. Una condizione in cui i tassi di interesse sono in rialzo è positiva per le banche, che traggono profitto da tassi di interesse maggiori.

A chiunque voglia fare trading con il titolo Citigroup consigliamo di analizzare con attenzione le condizioni di mercato, le performance recenti e passate della società, oltre ad effettuare un’analisi prima di iniziare a fare trading.

Fai trading su Citigroup